Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Amazon entra nel mercato delle parafarmacie: opportunità e sfide per il futuro dell’e-commerce farmaceutico in Italia.

Amazon ha da poco acquistato una parafarmacia nel centro di Milano e si prepara ad ottenere la licenza ministeriale per vendere OTC online.
Mentre in America la normativa per la vendita di OTC e farmaci online è decisamente blanda, in Italia solo le parafarmacie e le farmacie autorizzate possono vendere online. Questa differenza normativa crea uno scenario molto diverso tra i due Paesi, con un mercato italiano più regolamentato e con barriere all’entrata più elevate per nuovi player digitali nel settore farmaceutico.

Nonostante l’acquisizione di una parafarmacia a Milano possa sembrare una mossa strategica per Amazon, dobbiamo rimanere cauti e ragionare sugli ostacoli che potrebbero ostacolare l’espansione nel mercato italiano del progetto.
Tra le criticità più evidenti c’è la gestione della buy box. Attualmente Amazon da visibilità ai prodotti con il prezzo più basso; ma la normativa italiana limita fortemente la gestione dinamica delle promozioni e degli sconti per i farmaci OTC. Cambieranno le regole di visibilità solo per questo mercato?
Bisogna poi considerare che esistono più di dieci player nel mercato delle parafarmacie online in Italia, che operano da almeno due anni e hanno costruito una relazione di fiducia con i consumatori. Questa fedeltà dei clienti rappresenta una barriera significativa per Amazon, che dovrà investire notevolmente per attrarre consumatori già fidelizzati ad altre piattaforme.
In Italia, inoltre, ogni piccolo paese è ben servito da farmacie, con una distribuzione capillare che garantisce accesso facile ai farmaci. La percezione del consumatore potrebbe vedere Amazon come un canale meno adatto per l’acquisto di farmaci, preferendo la fiducia e il rapporto personale con il farmacista locale.

Nonostante le sfide individuate, l’entrata di Amazon nel mercato OTC italiano avrebbe comunque molti aspetti positivi. La competizione porta infatti ad un miglioramento della qualità del servizio e a una maggiore innovazione. eRetailer e Pure Player dovranno intensificare i loro sforzi per mantenere la soddisfazione dei clienti e sviluppare nuove strategie di fidelizzazione. In definitiva, l’aumento della concorrenza potrebbe spingere tutto il settore a offrire un servizio migliore e più efficiente ai consumatori, elevando gli standard del mercato.

In conclusione, l’acquisto di una parafarmacia da parte di Amazon rappresenta una mossa che potrebbe scuotere il mercato italiano online, portando sia sfide che opportunità per i sales manager e i digital manager delle aziende di marca nel settore pharma e beauty. La chiave sarà adattarsi rapidamente ai cambiamenti e sfruttare la competizione per migliorare continuamente l’offerta al cliente.

Iscriviti alla nostra newsletter

×